Microsoft vuole portare internet nelle aree rurali degli USA


La Casa di Redmond dice di essere pronta a investire per colmare il divario che non permette a milioni di persone negli USA di accedere a internet ad alta velocità.

Microsoft ha annunciato Rural Airband Initiative, iniziativa con la quale mira a colmare il divario che non permette a milioni di persone negli USA di accedere a internet ad alta velocità.

Il progetto dovrebbe essere portato a termine nel giro di cinque anni e consentire accesso alla rete ad alta velocità a due milioni di persone che al momento non hanno questa possibilità.

Il sito Recode spiega che il progetto partirà in dodici stati (Arizona, Georgia, Kansas, Maine, Michigan, New York, North Dakota, South Dakota, Texas, Virginia, Washington e Wisconsin) e vedrà la Casa di Redmond collaborare con provider locali. Brad Smith, presidente e chief legal officer dell’azienda spiega in una nota che “i costi elevati, l’assenza di nuove tecnologie alternative e norme del mercato hanno finora vanificato gli sforzi per espandere la copertura ma tutto questo sta cambiando”.

Secondo i calcoli di Microsoft, nonostante investimenti specifici, sono ben 23 milioni le persone che negli USA non hanno ancora accesso a internet veloce. L’azienda dice di essere pronta a investire non solo sulle infrastrutture ma anche sulla formazione degli utenti che nelle nuove zone saranno serviti dalla banda larga. Microsoft evidenzia che non ha intenzione di diventare un fornitore di servizi di telecomunicazione, ma solo di voler finanziare le realtà locali che già si occupano di questi servizi. Non è al momento dato sapere qual è l’importo che l’azienda intende investire.



Source link