Rimodulazioni ALL-IN Tre, ecco come funzionano i recessi


Saranno attive a partire da domani primo luglio le rimodulazioni per i clienti Tre con tariffe ALL-IN con addebito su metodo di pagamento. I clienti colpiti dal provvedimento avevano tempo fino a oggi per recedere senza penali, inviando una comunicazione tramite raccomandata A.R. o PEC nel caso intendessero effettuare la disdetta, o passando a un altro operatore nel caso volessero mantenere il proprio numero di cellulare.

Per evitare malintesi l’operatore ha reso noto, attraverso la propria rete di vendita, alcune informazioni sulla fatturazione, che potrebbe creare qualche incomprensione. Per tutte le richieste di cessazione o per le portabilità effettuate nel mese di maggio, il cliente riceverà una fattura ad agosto con la penale e il contestuale storno della stessa, senza che ciò comporti quindi alcun addebito.

Per i clienti che hanno deciso di recedere dal contratto nel mese di luglio potrebbe invece, a causa delle tempistiche ristrette, arrivare una fattura con l’addebito della penale, seguita successivamente dalla nota di credito che pareggerà quella precedente. Tre starebbe lavorando per evitare il maggior numero possibile di addebiti, evitando così disagi agli utenti, cercando di gestire in maniera rapida gli eventuali rimborsi.

Vai a: Tre Italia proroga l’ottima offerta PLAY GT5 fino al 3 luglio


Fonte

Source link