LGBT Pride 2017 | Apple LGBT


Anche quest’anno Apple ha partecipato come di consueto al Pride LGBTQ 2017; e

stavolta, era presenta non soltanto a San Francisco, ma anche a New York e Toronto.

Tim Cook ha cinguettato garrulo “Buon #Pride2017 a tutti i nostri impiegati, alle loro famiglie e ai clienti in tutto il mondo! Oggi mostriamo il nostro #applepride a SF, NYC e Toronto” e con questi hashtag sono state taggate le immagini che vedete nella Gallery qui in alto.

Quest’anno, Cupertino ha distribuito magliette col logo Apple in versione rainbow e bandierine, e in più ha allestito una struttura (sempre nella Gallery) su cui chiunque poteva scrivere ciò che voleva.

Il Cinturino Pride Edition in nylon intrecciato con la fantasia rainbow che soltanto l’anno scorso veniva distribuito gratis durante il Pride assieme alle gift card iTunes, ora è in vendita su Apple Store a 59€. Così chiunque può averlo, a prescindere dal paese di residenza.

Apple è da sempre storicamente attiva sulla questione dei diritti civili, e ha sempre appoggiato in modo chiassoso ed esplicito il matrimonio egualitario, le leggi non discriminatorie e la parità dei diritti; Tim Cook stesso ha fatto coming out, vincendo il riserbo che contraddistingue la sua condotta pubblica, con lo scopo di dare visibilità alla causa, e contribuire a rendere migliori le condizioni della comunità LGBT. Di recente, la mela si è espressa ufficialmente contro le leggi anti-immigrati dell’amministrazione Trump, e una delle ipotesi al vaglio era addirittura l’azione legale.



Source link