Date una prima occhiata al nuovo horror psicologico di Supermassive Games per PS VR The Inpatient


Ciao a tutti, sono Nik Bowen, game director di Supermassive Games. Sono felice di parlarvi oggi di The Inpatient, uno dei nostri due nuovi titoli in esclusiva per PS VR.

The Inpatient è un gioco horror con elementi psicologici che vi cala nel ruolo di un paziente affetto da amnesia ricoverato nel sanatorio di Blackwood oltre sessant’anni prima del premiato Until Dawn.

Chiunque abbia familiarità con Until Dawn riconoscerà l’imponente ambientazione. Questa volta, però, il sanatorio vi apparirà com’era nel pieno del suo splendore durante gli anni Cinquanta.

I nuovi arrivati non devono temere: non occorre aver giocato ad Until Dawn per godersi The Inpatient. Questo è un titolo completamente autonomo, con una nuova storia e un cast di personaggi sconosciuti da incontrare.

The Inpatient inizia con un questionario che vi sottopone Jefferson Bragg, il misterioso proprietario del sanatorio. Bragg sostiene che sta cercando di aiutarvi, ma è il caso di credergli?

Inizia così il vostro viaggio inquietante: giocando scoprirete la vostra identità e comincerete a capire perché siete ricoverati a Blackwood.

Nel corso del gioco incontrerete diversi pazienti e membri del personale, ognuno con le proprie motivazioni e i propri secondi fini. Le vostre reazioni a questi personaggi e le scelte che farete avranno profonde e drammatiche conseguenze sullo svolgimento della storia.

Inpatient

Abbiamo progettato tutto in modo da farvi sentire realmente immersi nel gioco. Se abbassate lo sguardo vedrete il vostro corpo, le vostre mani e i vostri piedi. Avrete la possibilità di parlare ad alta voce per interagire con i personaggi e di operare le vostre scelte in piena libertà. Abbiamo lavorato a stretto contatto con gli sceneggiatori di Until Dawn, Larry Fessenden e Graham Reznick, per creare uno script coinvolgente, capace di rendere la storia davvero interessante.

Inpatient

Con The Inpatient ci siamo serviti di temi horror e psicologici per infiltrarci nel subconscio dei giocatori e attirarli ancora più a fondo nella storia. Il nostro team ha lavorato molto per creare un’inquietante sensazione di isolamento, ricorrendo ampiamente a un immersivo audio binaurale 3D con cui accompagnare le straordinarie immagini e trasportare i player nel cuore della loro nuova residenza sconosciuta.

Per noi è stata un’emozione tornare all’universo di Until Dawn. Il sanatorio di Blackwater è una location iconica ed è stato incredibile rivedere questo spazio imponente. L’esperienza di gioco in PlayStation VR è eccezionale: è davvero come se foste lì. Non vediamo l’ora di assistere alla reazione dei giocatori a The Inpatient e speriamo di accogliervi presto nel sanatorio…



Source link