Sparc – un frenetico sport virtuale – è in arrivo per PS VR nel 2017


Scoprite come il team dietro EVE Online ha disegnato un nuovo tipo di sport.

Tutti noi dello studio di CCP Games di Atlanta siamo elettrizzati all’idea di far parte della storia di PlayStation VR all’E3 di quest’anno. Ci consideriamo fortunati ad avere la possibilità di sviluppare giochi per questo nuovo supporto e siamo entusiasti di confermare che Sparc, il nostro prossimo gioco competitivo a realtà virtuale, sarà disponibile per PlayStation VR entro la fine del 2017.

L’origine di Sparc

Fin dall’inizio della nostra sperimentazione con i videogame a realtà virtuale permanente abbiamo insistito sulla fisicità dell’esperienza. Sapevamo che la VR avrebbe trasportato i giocatori in luoghi sconosciuti e assolutamente unici. Potevamo utilizzarla per trasformare lo spazio davanti al televisore o al monitor in un’arena virtuale dove incontrare davvero altri player e competere con loro? Che cosa accadrebbe se fossi “io” in prima persona, anziché un personaggio fittizio, a impegnarmi nella sfida sportiva e ad accrescere le mie potenzialità fisiche? Sarei in grado di leggere i movimenti dell’avversario durante il gioco e servirmene a mio vantaggio? E quanto sarebbe divertente sparare addosso ai miei amici?

L’essenza del vSport

La nostra filosofia di progettazione considera Sparc uno sport virtuale, un vSport: un’esperienza unica, integralmente attuabile solo nella realtà virtuale dove l’equipaggiamento sportivo è rappresentato dall’hardware VR.

Sparc è un gioco contraddistinto da fisicità ed energia. Gli avversari in campo utilizzano i controllori di movimento PlayStation Move per lanciarsi addosso proiettili, al tempo stesso schivando, bloccando o deviando i colpi in arrivo. La velocità e il ritmo di una partita sono dettati dalle azioni e dalle reazioni dirette dei giocatori.

Come in uno sport vero e proprio, stiamo stabilendo forma e dimensioni “regolamentari” per il campo, in modo che gli avversari gareggino in base a standard prefissati. In vista del lancio di Sparc, il team si sta concentrando sulle sfide “uno contro uno”. Detto questo, la domanda più ricorrente di chi ha testato il gioco è stata “Ma si può anche giocare in doppio?”, quindi è già deciso quale sarà il nostro prossimo impegno.

Oltre a sfidare un avversario, Sparc permette di giocare da soli, in modo da migliorare la propria abilità esercitandosi sulle mosse fondamentali come lanciare e schivare. Le sessioni di allenamento individuale sui basilari preparano ad affrontare avversari umani, assolvendo a una funzione analoga a quella delle gabbie di battuta nel baseball o dei lanciatori automatici nel tennis. Sparc consente ai player di esprimersi, oltre che attraverso il loro stile di gioco, anche mediante una gamma di opzioni di personalizzazione visiva del proprio avatar.

 

Sport virtuale, competizione reale

Abbiamo realizzato Sparc per incentivare la connessione e la competizione nelle comunità online. I player possono affrontare i loro amici in rete unendo più sessioni di gioco o trovare nuovi avversari da sfidare. Una volta collegati, i giocatori hanno modo di assistere alle partite e di mettersi in lista per il prossimo match in realtà virtuale attraverso Courtside, un’area social riservata agli spettatori di eventi in VR. Come quando ci si incontra con gli amici al campo di tennis del quartiere e si guarda insieme a loro una partita, oppure, per i più attempati tra noi, come quando ci mettevamo in coda in sala giochi per sfidare il locale campione di Street Fighter

L’obiettivo di Sparc è offrire un divertimento veloce e competitivo. Vogliamo creare campioni dall’armatura al plasma e trasformare i loro salotti in un’arena virtuale dove incontreranno e sfideranno altri giocatori provenienti da tutto il mondo. Non vediamo l’ora di vederti scendere in campo!



Source link