NightShifter: filtro per la luce blu dei nostri Mac


Ridurre l’emissione di luce blu proveniente dagli schermi dei nostri computer è un fattore molto importante per non alterare l’ormone del sonno. Apple ci ha pensato introducendo “Night Shift”, ma sul web è possibile trovare software di terze parti che permettono qualche personalizzazione in più. Tra questi vi è la nuova “NightShifter”, tool gratuito reperibile direttamente da github.com.

Il filtro per la luce blu viene ormai ritenuto indispensabile sia su Mac che iPhone e iPad. Apple ha, infatti, introdotto Night Shift direttamente nei propri sistemi. Questo per ridurre notevolmente l’emissione di luce blu emessa dai display e dagli schermi dei nostri dispositivi. La luce blu deve necessariamente essere ridotta soprattutto al calare del sole. Questo perché potrebbe influire negativamente con l’ormone responsabile del sonno, la melatonina. Grazie al Night Shift, l’emissione di luce blu degli schermi viene notevolmente ridotta, riducendone gli effetti negativi sulle persone che utilizzano i dispositivi elettronici anche la sera.

In passato bisognava far uso di software di terze parti per poter agire sugli effetti negativi della luce blu emessa dagli schermi, ma ultimamente sia Apple che Microsoft hanno introdotto un loro tool per ridurne gli effetti negativi, che si attiva automaticamente –se impostato correttamente– ad un orario prefissato. Se, però, volete installare un regolatore manuale con apposita icona nella barra dei menu del vostro Mac, potete sfruttare il nuovo software NightShifter reperibile gratuitamente su github.com. Con il cursore del vostro mouse potete regolare al meglio la temperatura del colore del vostro schermo.

Per restare sempre aggiornato sul tema di questo articolo, puoi seguirci su Twitter, aggiungerci su Facebook o Google+ e leggere i nostri articoli via RSS. Iscriviti al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!



Source link