MacBook Pro: iFixit smonta e analizza l’ultimo modello


iFixit ha smontato e analizzato l’ultimo modello del MacBook Pro di Apple. Nello specifico si tratta dell’ultimo aggiornamento ai processori Kaby Lake.

Il teardown dei nuovi MacBook Pro, realizzato come sempre da iFixit, mostra le differenze e le novità introdotte nell’ultima versione del portatile di Apple.

Novità rilevanti? iFixit ha segnalato il nuovo processore Kaby Lake ma anche in questo caso, questi portatili sono praticamente impossibili da riparare in autonomia, con il punteggio di 1/10 sulla scala che indica il grado di facilità d’intervento da parte dell’utente (10 è il più facile). A differenza degli iMac, qui RAM e processore sono saldati sulla scheda logica, insieme alla memoria flash. Ancora, anche la batteria è integrata nella scocca, con un assemblaggio molto solido fatto con la colla.

Da segnalare che sul modello da 12 pollici del MacBook (quindi non Pro) è stata aggiornata la tastiera, che ora è più simile a quella dei nuovi MacBook Pro.

Ricordiamo che, in occasione della WWDC17 i MacBook Pro sono stati aggiornati e ora presentano processori Kaby Lake più veloci con Turbo Boost fino a 4.1GHz, maggiore memoria video e una scheda grafica più potente, nonché una memoria flash SSD più veloce del 50% rispetto alle precedenti.

Il modello da 13″ 2017 include processori Kaby Lake Core i7 fino a 3,5GHz, con velocità Turbo Boost fino a 4,0GHz, mentre il modello da 15″ 2017 ha processori Core i7 fino a 3,1GHz, con velocità Turbo Boost fino a 4,1GHz. Ancora, il modello da 15″ ha anche una GPU più potente e ancora più memoria video, mentre MacBook Pro 13″ ha una nuova configurazione da €1.549. Confermata chiaramente la Touch Bar con Touch ID, insieme al display Retina con 500 nit di luminosità e Thunderbolt 3.

Qui i prezzi e le caratteristiche.

Per restare sempre aggiornato sul tema di questo articolo, puoi seguirci su Twitter, aggiungerci su Facebook o Google+ e leggere i nostri articoli via RSS. Iscriviti al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!



Source link