WWDC 2017, Michelle Obama parla di diversità, ambiente e tanto altro


Come anticipato da Tim Cook durante il keynote del 5 giugno, l’ex first lady Michelle Obama è intervenuta alla WWDC per parlare alla platea degli sviluppatori.

L’evento era chiuso alla stampa e non è stato trasmesso in diretta, ma gli sviluppatori presenti hanno condiviso i passaggi più importanti dell’intervento di Michelle Obama. Insieme a lei, sul palco c’erano anche Lisa Jackson di Apple e, per alcuni minuti, Tim Cook.

La signora Obama ha parlato della sua vita dopo aver lasciato la Casa Bianca: “Ora ho più tempo per concentrarmi su me stessa e sui valori che contano davvero. Negli anni alla Casa Bianca abbiamo vissuto anche nella paura, ma la paura si supera circondandoti di persone buone e affidabili su cui puoi contare“. L’ex first lady ha ricordato i suoi lavori alla Casa Bianca dedicati all’obesità infantile, al supporto per i veterani e le loro famiglie e al miglioramento delle condizioni scolastiche per i più giovani e per le donne.

Michelle Obama ha poi parlato dell’importanza della diversità nella tecnologia, visto che solo l’unione di persone che provengono da paesi diversi e che hanno origini, sesso e stati sociali diversi può contribuire a creare grandi prodotti: “Le donne sono responsabili di tutto. Quando si pensa a chi utilizzerà un’app, è importante anche la partecipazione delle donne. E bisogna puntare sui giovani, perchè loro sono il futuro. Non possiamo aspettare che qualcuno compia 20 o 30 anni per dirgli che abbiamo bisogno di lui nel campo tecnologico. E’ già troppo tardi”. 

Parlando di ambiente, Obama si è limitata a dire che “… il mondo ha bisogno di persone che credono che il riscaldamento globale sia una cosa reale“.

E infine, un invito agli sviluppatori: “Sviluppate le vostre app con un sentimento di integrità e di passione. Se lo fate, sarete sempre bravi”. 

Per restare sempre aggiornato sul tema di questo articolo, puoi seguirci su Twitter, aggiungerci su Facebook o Google+ e leggere i nostri articoli via RSS. Iscriviti al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!



Source link