Windows 10, torna l’aggiornamento gratuito ma solo per le aziende


Con la fine del programma di aggiornamento gratuito a Windows 10 durato un anno, la crescita del sistema operativo di Microsoft ha registrato un brusco stop. Negli ultimi mesi, infatti, il market share di Windows 10 è incrementato in misura piuttosto limitata complice anche il calo delle vendite dei PC tradizionali e dei notebook.

Per incentivare il passaggio a Windows 10, la casa americana ha deciso di ripristinare la possibilità di effettuare l’upgrade gratuito per tutte le imprese. Gli abbonati al programma Cloud Solution Provider (CSP) che ancora utilizzano Windows 7, sistema operativo definito obsoleto e non in grado di supportare nuove tecnologie da Microsoft stessa, o Windows 8/8.1 potranno passare gratuitamente a Windows 10. Il settore business rappresenta una delle risorse più importanti per Microsoft per massimizzare la diffusione di Windows 10 e dei suoi servizi che oramai sono sempre più legati al nuovo OS.

L’offerta di aggiornamento gratuito è limitata a  Windows 10 Enterprise E3, E5 e Secure Productive Enterprise E3 e E5. Le licenze d’aggiornamento concesse alle imprese da parte di Microsoft saranno a tempo indeterminato. In sostanza l’utilizzo del sistema operativo sarà gratuito non per un periodo di tempo limitato.

Leggi anche: Windows 10 Creators Update arriverà ad aprile

La crescita della diffusione di Windows 10 tra le aziende potrebbe spingere molti sviluppatori a supportare, in modo ancora maggiore, le Universal App alla base del sistema operativo nel corso dei prossimi mesi. Ricordiamo che Windows 10 riceverà in primavera il nuovo major update Creators Update. Continuate a seguirci per tutte le novità sul sistema operativo di Microsoft.



Source link