Apple ruba a Qualcomm Esin Terzioglu, ex vice presidente gruppo engineering


A Cupertino arriva Esin Terzioglu, ex Vice Presidente responsabile Engineering di Qualcomm. Apple vuole un suo chip-modem alternativo a quelli di Qualcomm e Intel?

Apple ha assunto Esin Terzioglu, ex Vice Presidente responsabile Engineering di Qualcomm che ora guida la divisione wireless di Apple che si occupa di SoC (System on a Chip), i circuiti integrati che in un solo chip contiene un intero sistema, o meglio, oltre al processore centrale, anche un chipset ed altri controller come quello per la memoria RAM, la circuiteria input/output o il sotto sistema video), una mossa che potrebbe lasciare intendere che la Mela potrebbe voler sviluppare processori Broadband e propri modem.

Esin Terzioglu
Esin Terzioglu

Sul suo account LinkedIn, Terzioglu ha indicato Apple come nuova azienda per la quale lavora: “Dopo 8 incredibili anni in Qualcomm” ha scritto Terzioglu, “è giunto il momento di cambiare, passando alla mia prossima avventura”. “È stato un onore e un privilegio aver potuto lavorare con persone così talentuose e dedite al lavoro in Qualcomm dove siamo riusciti in grandi imprese come squadra (l’arrivo dei 10nm è stato pazzesco e il team ha fatto un lavoro straordinario nel portare il primo prodotti sul mercato)”. “Mi sento privilegiato nell’avere l’opportunità di proseguire la mia carriera in Apple. Restate sintonizzati”.

Dal profilo di Terzioglu si evince che ha iniziato a lavorare per Qualcomm ad agosto del 2009, azienda dove ha guidato la divisione “QCT (Qualcomm CDMA Technologies), Central Engineering”, definendo la tabella di marcia tecnologica. Ha un dottorato in ingegneria elettronica e un dottorato con specializzazione in Scienze Informatiche, entrambi conseguiti alla Stanford University.

Non è facile capire quali siano le intenzioni di Apple con questa mossa. Entrare nel settore dei modem 3G/LTE non è facile: è un mondo governato da una giungla di proprietà intellettuali e anche un big come Intel a suo tempo per farlo ha preferito acquisire la divisione Wireless Solutions Business di Infineon. Come dimostrato ad ogni modo con i chip grafici di iPhone e iPad, Apple potrebbe ad ogni modo tentare una strada tutta sua…



Source link