gli sviluppatori parlano delle sfide affrontare per il porting su Switch

In una recente intervista concessa ai microfoni di GameReactor, il creative director e il game designer di RIMERaúl Rubio e Kevin Cerdá – hanno parlato delle sfide incontrate per portare il loro gioco su Nintendo Switch.

Nonostante l’entusiasmo per l’interesse espresso da Nintendo verso RIME, il team di Tequila Works è stato sottoposto ad un carico di lavoro maggiore. A proposito della versione per Nintendo Switch, Rubio ha dichiarato:

“Probabilmente è quella più difficile da sviluppare in previsione di raggiungere una parità prestazionale e visiva su tutte le piattaforme. Così, anche se il gioco all’apparenza risulterà molto simile, stiamo apportando parecchie modifiche, come gli assets, gli oggetti di scena, l’illuminazione e molto altro. Dal momento che la resa dei contenuti ha esigenze differenti, abbiamo dovuto praticamente riscrivere il gioco daccapo”.

In merito all’Unreal Engine 4, motore utilizzato da RIME e compatibile con Nintendo Switch, Cerdá e Rubio hanno scherzosamente detto che è molto più complesso che spingere il pulsante “Fai la versione per Switch“:

“Oltre ai dovuti accorgimenti, ci sono altri fattori da considerare nell’interfaccia di Switch, come ad esempio l’utilizzo del Pro Controller o meno, l’HD Rumble a altre cose”.

A proposito del nuovo sistema di feedback restituito dai controller dell’ibrida di Nintendo, Rubio ha spiegato che il team è interessato al suo utilizzo, ma la priorità sono le prestazioni.

RIME uscirà il 26 maggio su PlayStation 4, Xbox One e PC, mentre su Nintendo Switch è atteso questa estate.



Source link