Android O porta novità anche al kernel

Il sistema operativo Android O, nonostante sia ancora arrivato solo sotto forma di una Developer Preview, ha già fornito molte indicazioni circa le novità di cui potremo usufruire con la versione stabile. Fra le principali ricordiamo il supporto alle nuove Autofill API (di cui LastPass ci ha già dato un’anticipazione), il supporto alla modalità PiP (Picture in Picture) anche sugli smartphone, il supporto alle icone adattive, ecc. Fra le feature però che non sono state pubblicizzate da Google troviamo anche il supporto, soprattutto per gli smartphone dotati di slot microSD, della SDCardFS.

Le microSD su Android O dureranno di più ed avranno prestazioni migliori

Si tratta di una novità molto tecnica di cui gli utenti potranno beneficiare non visivamente ma solo indirettamente. Si tratta in pratica di una modifica a livello kernel che permetterà agli smartphone di gestire in maniera migliore le operazioni di input e di output delle memorie esterne, evitando ad esempio una doppia scrittura della cache oppure alcuni errori che si manifestano collegando lo smartphone al PC. 

Chiaramente al momento questa funzionalità non viene sfruttata, dato che la Developer Preview di Android O è disponibile solo per i Nexus ed i Pixel Phone, smartphone che non possono contare sull’espansione microSD.

Ricordiamo che Android O dovrebbe venir presentato durante il prossimo Google I/O, evento annuale che si terrà dal 17 al 19 Maggio. Per l’occasione sono attesi alla presentazione anche i nuovi Pixel di seconda generazione.

VIA

Source link