Una falla di sicurezza dei chip Broadcom rende vulnerabili quasi tutti gli smartphone Android

Torniamo purtroppo a parlare di vulnerabilità e falle di sicurezza presenti all’interno degli smartphone e dei tablet Android. Grazie alle varie patch di sicurezza gli sviluppatori di Google e delle singole aziende produttori provano a rendere più sicura la piattaforma Android ma alcune volte i problemi non sono legati al software Android ma al firmware dell’hardware.

E’ ad esempio il caso di Broadcom e dei suoi chip. Per chi non lo sapesse, Broadcom ha quasi il monopolio dei chip relativi alla connettività WiFi e Bluetooth. Grazie ad un ricercatore del team Google Project Zero, è stato scoperto che i chip Broadcom hanno una falla di sicurezza che permetterebbe, a chi la conoscesse, di poter eseguire del codice da remoto senza che l’utente lo sappia.

La falla è stata risolta con la patch di Aprile

Si tratta di una falla molto importante, dal momento che i chip Broadcom sono presenti in milioni e milioni di smartphone e tablet Android. Fortunatamente con la patch del mese di Aprile queste falle vengono risolte, per cui già alcuni smartphone (Pixel e Nexus in pratica) sono stati messi al riparo.

L’analisi con la quale viene spiegata la vulnerabilità è molto esaustiva e va a dettagliare ogni minimo particolare. Nel caso foste interessati, vi basterà cliccare sul nostro link sottostante per essere rimandati nella pagina dedicata:

Prima di lasciarvi, vi vogliamo ricordare che Samsung ha già pubblicato il changelog della patch di Aprile, indicando nel dettaglio quante e quali falle sono state risolte dai propri sviluppatori e da quelli di Google.

VIA

Source link