MWC 2017: anche Netflix tra i protagonisti

Tra i protagonisti di questa edizione del Mobile World Congress non solo gli smartphone, ma anche l’Iot, l’intelligenza artificiale e i servizi di streaming. Ad intervenire alla kermesse barcellonese anche il CEO di Netflix, Reed Hastings.

 

Il successo di Netflix è ormai comprovato. Dopo aver raggiunto lo scorso anno 190 nuove nazioni, il servizio di streaming punta ora a tre obiettivi principali: consolidare il mercato mobile, rafforzare il concetto di binge-watching e produrre contenuti globali.

Per sviluppare il primo punto, Reed Hastings, intervenuto nella prima giornata del MWC, ha spiegato come Netflix necessiti di nuovi partner, gli operatori di telefonia mobile ad esempio. Il CEO si è detto inoltre entusiasta della volontà di alcuni produttori, tra cui LG e Sony, di includere lo standard HDR nei loro device. Lo stesso Hastings infatti ha ammesso di aver guardato la serie “The Crown” via mobile.

La questione binge-watching (ovvero la possibilità di usufruire di contenuti ed episodi in maniera consecutiva, senza soste) è invece cruciale dal momento che sempre più competitor mirano a tale standard, tra cui BBC iPlayer. Tuttavia Netflix non sembra affatto temere la concorrenza. Al contrario, la presenza di più alternative a cui l’utente può fare riferimento, risulta una sfida. Un’altra questione importante è quella della connessione. Per offrire agli utenti un servizio di qualità, Netflix deve fare riferimento a connessioni veloci. L’azienda sta lavorando anche a nuove tecnologie di codifica in grado di garantire una fruizione di qualità in presenza di un segnale poco potente.

Il terzo obiettivo è quello di donare al servizio un respiro più internazionale ma allo stesso tempo locale, offrire cioè contenuti prodotti da paesi diversi (si pensi ad esempio alla serie brasiliana 3%) fruibili però in tutto il mondo.

Source link